La postura che hai quando cammini ha conseguenze sul tuo corpo. Correggila e migliorala.

Molti dei problemi e dolori alla schiena a cui andrai incontro per tutta la vita sono il risultato di cattive posture.

I problemi possono arrivare da posture rigide, esagerate in flessione o torsione, come una distorsione, un torcicollo o un legamento lacerato. Ma si verificano anche quando, sistematicamente, la posizione in cui dormi, in cui ti siedi, in cui raccogli qualcosa che è caduto sul pavimento o la postura con cui cammini tutti i giorni, non sono corrette.

 

Che problemi puoi avere?

Dolore alla schiena, sia nella parte bassa che in quella posteriore.
Ferite alla pianta del piede, lesioni al ginocchio, al menisco e all’anca, causate da scarpe con una suola troppo sbilanciata in avanti o indietro (ti ricordi di cosa si tratta? ne abbiamo parlato in Health Keeper) o che non riescono a sostenere e ammortizzare il tallone.
Aspetto incurvato, con gobba, con le spalle o il collo in avanti.  Anche se non te ne accorgi queste posture  influenzano in qualche modo anche le tue relazioni e il tuo modo di affrontare i problemi di ogni giorno. Inoltre una postura sbagliata ti può portare a provare dolorose contratture.
Dolori alla sciatica e lombalgie che ti lasciano paralizzato e inattivo.
Ecco perché è molto importante trovare la postura corretta con cui camminare mantenendo la schiena ben allineata.

 

A partire da una postura corretta si possono ottenere:

Una circolazione più fluida.
Un respiro profondo e rilassato.
Minore sensazione di fatica e maggiore capacità di dormire.
Pancia piatta e glutei sodi.
Diminuzione del dolore articolare.
Minore rischio di cadute.

 

In che modo è consigliato camminare?

In posizione eretta, ma non rigida.
Con la testa alta, ma non in maniera altezzosa.
Con le spalle parallele, all’indietro e non rigide. Con il petto in fuori.
Pancia dura e anche leggermente spostate in avanti
Passi di lunghezza media, non troppo corti e a velocità moderata, circa 2 km/h quando non fai sport. Durante l’attività fisica la velocità può aumentare fino a 4 o 5 km/h.
Cammina appoggiando tutta la pianta del piede.
Muovi le braccia a ritmo.

 

E ricordati che è soprattutto chi ti sta intorno che può osservare il modo in cui cammini, perciò considera che in ogni momento la tua postura parla di te.

Se cammini in modo veloce e spedito, darai l’impressione di voler affrontare le tue sfide, se ti muovi piano piano potresti sembrare incerto, insicuro, se invece stai tutto piegato in avanti comunicherai un senso di tristezza. Allo stesso modo se ti muovi con i pugni chiusi mostri agli altri in un certo modo nervosismo, mentre invece camminando ben dritto trasmetti un senso di sicurezza.

Come? Non eri ancora a conoscenza di questi piccoli dettagli?